MARTINSICURO – Il web come punto di incontro di idee e scambi di opinioni. Anche per una realtà locale come quella di Martinsicuro a quanto pare internet sta diventando un mezzo essenziale a servizio dello scambio di informazioni e di opinioni fra esponenti politici e cittadini.

Nello specifico, negli ultimi giorni la nomina del Collegio dei revisori dei conti a Martinsicuro è stata l’occasione per constatare come l’uso del web sia stato essenziale per le varie parti chiamate in causa. All’indomani dell’elezione nel Collegio di Graziano Piccioni al posto di Guido De Angelis proposto da Città Attiva, il gruppo civico ha inserito sul sito dell’associazione http://www.martinsicurocittattiva.it/ il proprio commento all’accaduto, in cui si accusa il gruppo di minoranza Il tuo Domani di essersi accordato con una parte della maggioranza per impedire l’elezione del rappresentante di Città Attiva: «I giochi di potere e la strana collaborazione tra una parte decisamente minoriataria dell’Esecutivo che governa la nostra città ed una formazione civica di opposizione, hanno impedito ad un esponente di Città Attiva di essere eletto in seno al Collegio dei Revisori, importante carica che, in forza dei 2.540 voti e dei 4 seggi conquistati nelle amministrative della scorsa primavera, gli sarebbe spettata senza riserva alcuna». Il gruppo denuncia come attraverso «strane combinazioni del consociativismo in salsa truentina» generatesi tra una parte della maggioranza (probabilmente An) e i due esponenti de Il tuo Domani, è stata impedita l’elezione del proprio candidato.

La risposta de Il tuo Domani non si è fatta attendere e sul sito ufficiale del gruppo politico http://www.iltuodomani.org/ si respingono al mittente tutte le accuse: «Quando Città attiva parla di “trame oscure” evidentemente si riferisce all’accordo sotterraneo che aveva fatto con la maggioranza per eleggere un revisore. Altro che opposizione! Stanno facendo le prove generali per entrare in maggioranza (forse al posto di An?)»

Il gruppo politico guidato da Mauro Paci ribadisce l’evidenza del presunto “inciucio” tra maggioranza e Città Attiva: «”L’accordo”, sin troppo evidente, prevedeva che la maggioranza si votasse i suoi due esponenti e Città Attiva il terzo, che non doveva quindi essere scelto da “Il tuo Domani”, come invece è accaduto».

Ma il botta e risposta tra i due gruppi consiliari ha fomentato anche i commenti di diversi cittadini che attraverso l’invio di mail direttamente ai due siti dei gruppi consiliari (che poi hanno provveduto a pubblicare), sia attraverso i commenti lasciati su un blog che parla di Martinsicuro http://www.martinsicurocity.blogspot.com/ hanno espresso le proprie opinioni in merito: c’è chi ha effettuato una relazione precisa e dettagliata delle dinamiche avutesi nel corso della votazione tra le preferenze elargite ai candidati dai vari gruppi politici in maggioranza e opposizione, e chi si è limitato a semplici commenti su quanto accaduto.

«Mi sembra singolare – si legge in un commento – che Il tuo domani (opposizione) ha votato i candidati della maggioranza e non quello proposto da Città Attiva (anch’essa opposizione)».

«Nel leggere i comunicati di Città Attiva e della lista Il tuo domani – si legge in un altro commento – si capisce che sia il primo gruppo che il secondo hanno avuto inciuci con forze della maggioranza e viceversa forze della maggioranza hanno provato a dividere la minoranza».

C’è chi invece addirittura paragona il gruppo civico di Città Attiva ad «una realtà scomoda a tutti (come lo è Grillo)», che pertanto viene ostacolato nell’assunzione di ruoli di rilevanza nella gestione amministrativa.

Idee, riflessioni, constatazioni su fatti evidenti o meno, che di sicuro vedrà ulteriori sviluppi nei prossimi giorni: la nomina del collegio dei revisori ha generato uno scossone inaspettato anche tra le forze di maggioranza. Sembra che An non abbia gradito le dinamiche che hanno visto il gruppo civico di Città Attiva rivendicare l’elezione del proprio rappresentante nel collegio in base a precedenti accordi presi con alcuni gruppi maggioritari e a quanto pare gli attriti sarebbero tali da aver portato il gruppo di estrema destra a disertare le ultime due sedute di giunta. Se a questo si aggiunge la possibile invalidazione dell’elezione a causa della mancanza di requisiti di un eletto, si evince come la questione sia ancora lontana da una definitiva soluzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.080 volte, 1 oggi)