SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “When you got nothing, you got nothing to lose“: queste parole, accompagnate dalla immortale melodia di “Like a rolling stone“, potrebbero risuonare a San Benedetto nella prossima estate.

Bob Dylan potrebbe infatti esibirsi nella città delle palme, per quello che rappresenterebbe un evento storico per San Benedetto e tutta la Riviera. Si tratta, al momento, solo di una ipotesi, certo, alla quale però stanno lavorando da alcuni giorni l’assessore alla Cultura Margherita Sorge e l’assessore al Turismo Domenico Mozzoni. E l’esibizione di Dylan potrebbe essere l’unica data italiana del suo tour, con evidenti ritorni di immagine di un concerto di tale portata.
L’autore di “Subterranean homesick blues” e “Just like a woman“, pur con le sue attuali 67 primavere, rappresenta una delle principali figure della musica e della cultura popolare a livello mondiale, sia dal punto di vista artistico ma anche per l’impatto che Dylan ha avuto sulle generazioni successive a quella degli anni Sessanta.
L’assessore alla Cultura Margherita Sorge conferma che «stiamo lavorando a questa ipotesi, anche se per ora resta tale perché ci stiamo lavorando da pochi giorni. Però posso assicurare che dopo il lavoro compiuto lo scorso anno, grazie al quale siamo entrati in un circuito di personaggi di livello nazionale e non, quest’anno continueremo sul solco tracciato. E se Dylan non dovesse arrivare, sicuramente porteremo personaggi del suo livello».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.127 volte, 1 oggi)