GIULIANOVA – Si è tenuta sabato 2 febbraio a Giulianova la conferenza stampa dei partiti che compongono la coalizione di centro destra. Sono intervenuti Flaviano Montebello, coordinatore locale di Forza Italia, Enrico Robuffo (Udc), Tulliola Aloè (Dc per le Autonomie), Piergiorgio Casaccia (La Destra) e Paolo Vasanella (An).

Da parte di tutti è stata ribadita la volontà di andare insieme alle elezioni amministrative del 2009 con un candidato sindaco espressione e sintesi delle forze che scenderanno in campo. Ma si potrebbero prospettare anche le “primarie” nel caso in cui non dovesse esserci una convergenza totale.

E’ stato poi sottolineata la necessità di aprire al mondo dell’associazionismo e dei comitati che si riconoscono nell’azione politica e programmatica del centro-destra con la condivisione dei valori della famiglia, della solidarietà, dell’impegno sociale e della libertà economica.
Accuse sono state mosse alla maggioranza di centrosinistra che, secondo i coordinatori del centrodestra, avrebbe fallito tutti gli obiettivi: a partire dall’occupazione, passando per la creazione di nuove opportunità per le aziende, sanità, turismo ed azione amministrativa. E’ stato sottolineato che, nonostante una situazione di tranquillità nei rapporti con i poteri sovraordinati (Provincia, Regione e Governo centrale della stessa colorazione politica), per Giulianova ci sarà per anni una lunga strada in salita.

Rimarcata dagli intervenuti la delusione di chi aveva riposto tanta fiducia nel sindaco Ruffini che avrebbe tradito tutte le aspettative della vigilia. Qualcuno ha tenuto a precisare che Giulianova, dopo le scelte operate dall’amministrazione di centro sinistra, risulta essere il comune più indebitato della costa teramana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.066 volte, 1 oggi)