GROTTAMMARE – Non c’è niente di più bello che vedere dei bambini divertirsi, e proprio a loro è dedicato il carnevale grottammarese, che ormai da ventiquattro anni fa divertire grandi e piccini.

Zucchero filato, cioccolata calda, e coriandoli gratuiti per tutti, giochi gonfiabili, trampolieri, spettacoli teatrali. Domenica 3 febbraio è iniziato il festeggiamento, dalle 15, in piazza la festa con gli artisti del teatro di strada, al Kursaal, il seguito con gli attori del teatro ragazzi, alle 17,30 con gli attori della Compagnia Filipazzi.

La festa continuerà martedì 20 febbraio: ancora tanti ospiti per il carnevale multietnico. In piazza Fazzini, sempre alle 15, è attesa una carovana di gitani con il desiderio di trasmettere gli usi e le tradizioni della loro gente, con musica e spettacoli di giocoleria. Sempre in piazza, ci saranno clowns in “Le bici pazze”. Alle 17,30, chiusura del Carnevale nella sala Kursaal, con il “Teatro del Canguro” in “Ancora un cappuccetto rosso!”.

Un carnevale che in questi anni è cresciuto ed è andato sempre migliorando, non c’è che dire (seppur a Grottammare si rimpiange ancora il tempo dei carri e del carnevale estivo).

Un rammarico, come ogni anno: alla fine dello spettacolo in Piazza, il Corso diventa impraticabile, soprattutto per i bambini più piccoli, a causa delle bombolette spray tanto in voga dai 14 anni in su. Se proprio spruzzarsi è tanto divertente, che si adibisca uno spazio – chiuso – solo per gli “spruzzatori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 673 volte, 1 oggi)