SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb a rapporto dal presidente e dal direttore sportivo. Succederà alla vigilia della partita con il Sorrento.
Lasciato alle spalle il mercato di riparazione, la squadra rossoblu si rituffa sul campionato. Incombe una serie di partite particolarmente temibile. Un febbraio ostico. Di più: decisivo.
Il presidente Gianni Tormenti vuole tenere la squadra sulla corda. E snocciola i nomi delle prossime avversarie: «Il Sorrento fuori, il Martina in casa, poi Lucchese e Perugia. Tre trasferte e un solo incontro casalingo. In questo mese ci giocheremo l’80% del campionato. Entriamo da subito nell’ottica di dover giocare 13 finalissime. Saranno molto delicate le prossime due partite, ma con l’unità, il sacrificio e la volontà possiamo farcela. Abbiamo dimostrato di potercela giocare contro tutti, per cui sono fiducioso. Il mercato ci ha distratto? C’è stato per noi come per il Sorrento e tutte le altre squadre, quindi si parte alla pari».
AMICHEVOLI Nell’ambito dell’operazione che ha visto il trasferimento di Romanelli e di Galeotti al Lecco – alla Samb è arrivato Bonfanti – le due società hanno fissato un’amichevole per il 2 agosto. Lo stesso è stato fatto con il Pescara per il prestito di Olivieri: gli abruzzesi sfideranno i rossoblu il prossimo 10 agosto.
Ambedue gli incontri si disputeranno al Riviera delle Palme.
NOTIZIARIO Allenamento pomeridiano per la Samb, che ha sudato al Ciarrocchi. E’ tornato in gruppo Giorgino, che ha definitivamente smaltito il problema agli adduttori.
Sabato Soddimo toglierà il gesso alla mano sinistra infortuna a inizio mese: solo all’ultimo saranno sciolti i dubbi in merito al possibile impiego dell’esterno destro a Sorrento. Sicuri assenti in Campania Carboni e Alfageme, ambedue squalificati.
Sabato mattina consueta seduta di rifinitura al Riviera delle Palme. Poi, nel primo pomeriggio, la partenza per il ritiro in vista della partita di Sorrento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 781 volte, 1 oggi)