ASCOLI PICENO – Davanti al giudice per le indagini preliminari Annalisa Gianfelice si è svolto l’interrogatorio di garanzia al presunto autore dell’omicidio di Petrit Keci, l’albanese trovato morto e semi carbonizzato nelle campagne di Acquaviva Picena il 25 gennaio scorso.
Un confronto dall’esito interlocutorio, visto che l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Ervis Cela, è anch’egli albanese e risiede a San Benedetto, ha 34 anni e dei piccoli precedenti penali e sembra che fin dai primi momenti successivi al ritrovamento del cadavere di Keci le indagini dei Carabinieri puntassero su di lui.

Mercoledì pomeriggio si è consegnato spontaneamente al comando dei Carabinieri di San Benedetto del Tronto, accompagnato dal legale Maurizio Cacaci. Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale per omicidio e sequestro di persona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 815 volte, 1 oggi)