SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vivere la propria abitazione in totale libertà, fruire agevolmente delle proprie residenze, non imbattersi quotidianamente in ostacoli fisicamente insormontabili. Quello che può sembrare una realtà consolidata per molte persone è invece una realtà auspicata per chi ha difficoltà motorie e sensoriali. Abbattere le barriere architettoniche da edifici privati è tuttavia possibile. I fondi per effettuare i lavori possono arrivare dalla stessa Regione.
Scade il 1º marzo il termine ultimo entro il quale chiedere al Comune di San Benedetto un contributo per i lavori necessari ad abbattere le barriere architettoniche da edifici privati con fondi che verranno stanziati e ripartiti dalla Regione Marche.
Poiché il 1º marzo è sabato le domande possono essere consegnate all’ufficio protocollo del Comune entro venerdì 29 febbraio alle ore 13, oppure spedite per posta anche lo stesso 1º marzo dal momento ce farà fede il timbro postale.
Maggiore sarà il numero di richieste fatte, maggiore dovrebbe essere la somma assegnata dalla Regione al Comune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)