ACQUAVIVA PICENA – «Siamo convinti che è finito il tempo del campanilismo, il cullarsi sugli allori dei pur importanti successi associativi, arroccarsi al proprio paese senza aprirsi ad un territorio sempre più ampio, al quale comunque ogni nostra iniziativa locale guarda o si rivolge».

Così Filippo Gaetani – presidente dall’Associazione “Laboratorio Terraviva”, che assieme alla consorella “6 luglio 1799” ha organizzato il 1° Forum delle Associazioni – ha spiegato lo scopo dell’iniziativa.

Venerdì 25 gennaio il Forum ha raccolto nella Sala Consiliare del Comune i rappresentanti di tutte le associazioni operanti nell’area, in particolare nei Comuni di Acqaviva Picena, Monsampolo, Ripatransone, Cossignano e Monteprandone.

«Questo perché – ha aggiunto Gaetani – tutti oggi sostengono che il Turismo, oggi più che mai, è il Territorio inteso come risultato e sintesi di una sapiente “offerta” di mare, monti e bellezze storiche, enogastronomia, folklore, turismo religioso e così via. E i nostri Comuni, con in testa le nostre varie associazioni, hanno la possibilità e la fortuna di offrire tutto questo in un unico paniere di offerte. In questo sta il ruolo nuovo delle associazioni operanti sul territorio, tutte, nessuna esclusa».

In pratica è nata da ciò la convinzione che «è possibile mettere in moto un processo di aggregazione e di scambio sinergico». Il riferimento dei promotori è a precedenti iniziative che raggiunsero lusinghieri successi, come ad esempio “Colline di Festa”, iniziata nel 1988 e proseguita per tre edizioni.

E sull’intraprendere una nuova via «discutendo tutti assieme, consapevoli che abbiamo le capacità per poterlo fare, riscoprendo i nostri rispettivi ruoli proiettati verso il futuro», si sono trovati d’accordo tutti gli interventi della serata. Senza nulla togliere – è stato sottolineato a chiare lettere – a parallele e complementari iniziative politico-amministrative come la “Città-Territorio”.

«L’una non esclude l’altra», a tal proposito ha tenuto infine a precisare Filippo Gaetani. «Anzi, il nostro intento ha lo scopo di voler creare – proprio attraverso le associazioni – una sensibilità e un coinvolgimento delle rispettive popolazioni di fronte alle nuove sfide, per il superamento degli egoismi e delle rivendicazioni localistiche».

Fra gli interventi a questo 1° Forum delle associazioni, meritano di essere citati anche quelli di Alvaro Gasparrini, presidente dell’associazione acquavivana “6 luglio 1799”, di Emidio Ciabattoni, assessore al Comune di Monsampolo, di Amedeo Ottaviani del Circolo ricreativo Monsampolese, di Giuditta Castelli, presidente dell’associazione onlus “Heliopolis” di Ripatransone, di Nello Gaetani, presidente dell’associazione acquavivana “Palio del Duca”, dell’imprenditore turistico Luigi Torquati, e di Fabrizio Ioannone dell’associazione Terraviva.

Il Comune di Acquaviva Picena è stato rappresentato dal vicesindaco Teodorico Compagnoni e dall’assessore Francesco Sgariglia, che è intervenuto anche in veste di operatore turistico.

Il testo completo dei vari interventi può essere consultato e scaricato dal sito dell’Associazione “6 luglio 1799” [clicca qui].

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 853 volte, 1 oggi)