ROMA – Deve restare in carcere Marco Ahmetovic. Il rom che il 23 aprile 2006, guidando in stato di ebbrezza, provocò la morte di quattro ragazzi ad Appignano, deve restare dietro le sbarre a causa di una tentata rapina a un ufficio postale di Maltignano, in provincia di Ascoli Piceno. Ciò è quanto ha stabilito la seconda sezione penale della Cassazione, dichiarando “inammissibile” il ricorso penale contro la custodia cautelare presentato dal legale di Ahmetovic, l’avvocato Felice Franchi.
Al rom, condannato il 28 gennaio a tre anni di reclusione per la tentata rapina all’ufficio postale, erano stati inflitti sei anni e mezzo per la strage di Appignano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 482 volte, 1 oggi)