SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per Marco Napolioni tornare al Riviera delle Palme è sempre speciale. Anche se ti ritrovi a giocare in uno stadio mezzo vuoto e in palio c’è (solo) il passaggio ai quarti di finale della Coppa Italia di C.
«Certo oggi lo stadio non mi ha fatto lo stesso effetto dell’ultima volta» fa il centrocampista della Nuorese. «Quando venni con la Reggiana (6 marzo 2005, ndr) c’era tanta gente e soprattutto c’erano due squadre che lottavano per qualcosa di importante. Comunque qui è sempre bello e poi ieri in albergo ho salutato tanti amici».
Sulla partita invece, il centrocampista romano ha detto: «Da parte nostra c’è la soddisfazione di essere usciti dal campo imbattuti contro una squadra di categoria superiore. Per il resto credo che dopotutto la Coppa sia un obiettivo molto relativo: sia la Nuorese che la Samb guardano al campionato. Per quanto mi riguarda, anche se ho 33 anni, spero con questa maglia di raggiungere il traguardo della promozione, traguardo che la società ha nel mirino. Ci terrei a giocare ancora a certi livelli».
E magari ritornare al Riviera da avversario. Stavolta davanti a uno stadio pieno e colorato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 792 volte, 1 oggi)