SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Papà Giovanni, che con il suo Bari, negli anni Ottanta (la Samb giocava stabilmente in Serie B), ha affrontato i rossoblu in diverse circostanze, gli ha parlato bene di San Benedetto. Anche per questo Ivan Loseto è soddisfatto di essere approdato in riva all’Adriatico.
«Mio padre mi ha descritto un bell’ambiente. E io sono contento di essere qui, spero di dare il mio contributo per il raggiungimento della salvezza» dice sorridente il terzino pugliese. Che aggiunge: «Anche Davide Desideri (l’anno scorso alla Samb, oggi a Bari, anche se sul piede di partenza, ndr) mi ha parlato bene di questa piazza: tranquilla e adatta per esprimersi al meglio».
Loseto, arrivato in Riviera nel primo pomeriggio, giusto in tempo per assistere alla partita di Coppa Italia dei suoi nuovi compagni, giovedì sosterrà il primo allenamento in rossoblu e si metterà a disposizione per la trasferta di campionato a Sorrento. Il terzino classe ’88 si descrive così: «Sono nato come difensore centrale, ma da due stagioni gioco come esterno di sinistra. Ritengo di avere una maggiore propensione a difendere, piuttosto che a spingere. Ma credo che con il tempo migliorerò anche in questo».
Le sue aspirazioni: «Sono curioso di mettermi alla prova: questa per il sottoscritto è la prima esperienza lontano da Bari, per cui voglio vedere come me la cavo. Sono sicuro che sarà l’occasione per migliorare e crescere».
Loseto è reduce da due stagioni molto positive, nel corso delle quali ha collezionato 19 presenze. L’esordio in cadetteria è datato 9 marzo 2007 (Bologna-Bari 2-0), con il terzino pugliese subentrato a Esposito al minuto 20 della ripresa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 956 volte, 1 oggi)