GROTTAMMARE – «Un Bilancio certamente non di fine mandato ma propositivo e volto allo sviluppo futuro della città: ad esempio abbiamo azzerato l’Ici per il 70% delle famiglie grottammaresi. Ancora: opere pubbliche per oltre 10 milioni di euro, di cui solo 1.491.260 euro con fondi propri del Comune»: così scrive il sindaco Luigi Merli nella relazione sul Bilancio 2008, l’ultimo del suo primo mandato.

«Viste le elezioni comunali potevamo fare un “bilancio elettorale” , ovvero niente scelte e programmazione ridottissima – afferma Merli – Ma il nostro approccio politico amministrativo è chiaramente di altro tipo. Abbiamo continuato a lavorare per la città e i dati che emergono indicano con estrema chiarezza quale impegno è stato profuso e quali risultati si sono raggiunti».
(È possibile scaricare e visionare le due relazioni nella sezione file, a destra, in formato Pdf).

Secondo la relazione, sono aumentati e migliorati i servizi servizi, rispetto l’anno precedente, mentre tasse, tariffe, aliquote e imposte sono rimaste le stesse dal 2002: da sette anni il Comune non ha applicato nessun tipo di aumento.

Il totale delle opere programmate è di 10.237.085 euro, tutte già finanziate, per le quali interverranno risorse proprie dell’ente per soli 1.491.260 euro.

L’amministrazione, si legge nella relazione, ha dovuto rinviare al 2009 la realizzazione della riqualificazione del tratto di lungomare tra il Tesino e via Ballestra, avendo ottenuto 770 mila euro di finanziamento regionale, per rispettare il patto di stabilità che impone dei limiti complessivi di spesa negli investimenti.

«È evidente quale straordinaria eredità questa amministrazione lascia a quella che verrà eletta dai cittadini nella prossima primavera» afferma Merli.

Molti gli obiettivi raggiunti, ricorda il primo cittadino: la certificazione ambientale Uni En Iso 14001, la conferma per il nono anno consecutivo della Bandiera Blu, la raccolta della frazione umida dei rifiuti, la piantumazione dei circa 3 ettari del Parco Ferriera per quanto riguarda l’ambiente.

Per quanto riguarda la manutenzione nel 2007 sono stati investiti 1.406.671,86 euro, mentre nel 2008 l’amministrazione promette di proseguire l’opera di riqualificazione di tutte le aree verdi. Verranno realizzati altri 600 metri lineari di marciapiedi, riqualificato il quartiere Cocomazzi e verranno asfalti per un investimento di 200 mila euro.

Per quanto riguarda il commercio e lo sviluppo il Comune una crescita sostanziale sul territorio comunale di nuove attività, mentre nel settore industriale si rileva una crisi di settori storici, come la chiusura dell’Arena ex Euroittica.

Nel sociale, nel 2008, il centro di aggregazione giovanile “Depart” diventerà il centro di riferimento di tutte le politiche giovanili cittadine, mentre vanno ricordati gli alloggi ERAP: dal giugno di quest’anno inizieremo ad assegnare i primi 11 alloggi.

Nella cultura – si legge sempre nella relazione – è stato valorizzato al meglio quanto era stato programmato in precedenza, inserendo una serie di nuove programmazioni che hanno raddoppiato l’offerta culturale della città.

Il 2007 per il turismo è stato un anno di incremento, con significativi miglioramenti nell’offerta ricettiva. Il 2008 inizia all’insegna dell’inaugurazione di una nuova struttura alberghiera segno di un fortissimo interesse degli imprenditori verso Grottammare.

Per quanto riguarda le attività sportive, in cinque anni la città si è dotata di molte infrastrutture, come la piscina, il centro sportivo Ferriera, la pista ciclistica a nord del Tesino, la palestra dell’Itg.

Il programma di mandato dell’urbanistica è stato realizzato con largo anticipo, scrive il sindaco: delocalizzazioni trafilerie Lisciani e Metalcavi, nuovo plesso scolastico comprensivo, accordo di programma Cardarelli, contratto di quartiere; oltre alla definizione di un numero importante di vecchie lottizzazioni che sono state concluse e collaudate.

«Ill Bilancio 2008 – conclude il sindaco Merli – consentirà un ulteriore salto qualitativo della città, sia nel miglioramento dei servizi erogati, che nel completamento infrastrutturale che l’importantissimo piano delle opere pubbliche consente. Un Bilancio certamente non di fine mandato ma propositivo e volto allo sviluppo futuro della città. L’augurio è che la prossima amministrazione, eletta in primavera, sappia gestire al meglio la grande quantità di risorse già acquisite e pronte ad essere utilizzate».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 990 volte, 1 oggi)