SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche la Regione inizia a osservare con preoccupazione l’allarmante situazione economica e occupazionale del Piceno e a proporre qualche soluzione.
Con un atto formalizzato dal presidente della regione Gian Mario Spacca, infatti, lo scorso 28 gennaio, il suo vice Luciano Agostini ha ricevuto una particolare delega a occuparsi del “Progetto speciale per il Piceno”, per fronteggiare la crisi, particolarmente sentita negli ultimi tempi.
Agostini avrà come compito quello di redigere un progetto di crescita e sviluppo per la provincia di Ascoli. Un canale di intervento era già stato attivato recentemente in occasione della visita del ministro Pier Luigi Bersani nel Piceno. Il vice presidente della Regione da un lato coordinerà su questo progetto il lavoro di più assessorati nell’ambito della Regione Marche, dall’altro potrà avvalersi dell’aiuto di soggetti a livello nazionale.
«Si tratta di un segnale forte e importante da parte della Regione – ha dichiarato il sindaco Giovanni Gaspari – in vista di tutte quelle azioni che potranno essere messe in atto per fronteggiare la crisi. Molti posti di lavoro sono infatti a rischio nel nostro territorio, o sono già stati sacrificati negli ultimi tempi. È quindi tempo di agire e la scelta del presidente Spacca nono poteva essere più adeguata».
«Sono sicuro che verrà tentato di tutto per cercare di risolvere questa crisi – ha concluso Gaspari – e speriamo che già presto si possano valutare i primi esiti delle azioni intraprese. Da parte nostra ci sarà massima collaborazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 812 volte, 1 oggi)