TORTORETO – La protesta del Comitato “Solidarietà e Sicurezza” che raccoglie le famiglie colpite dall’alluvione del 6 e 7 ottobre 2007, si è spostata a Pescara. Una folta delegazione in rappresentanza dei cittadini tortoretani vittime del disastro, ha raggiunto il capoluogo adriatico in pullman e si è radunata nella sala consiliare del Comune utilizzata per lo svolgimento del Consiglio Regionale del 29 gennaio 2008.

Cartelli e striscioni contro il sindaco di Tortoreto Domenico Di Matteo e contro l’assessore regionale Tommaso Ginoble sono stati collocati all’ingresso del palazzo comunale, messi in bella vista dai dimostranti.

I cittadini di Tortoreto, nel corso dello svolgimento del Consiglio regionale, hanno avuto un incontro proprio con l’assessore Ginoble e i toni si sono subito accesi sul contenuto dell’ordinanza ministeriale che non prevede aiuti ai privati, ma solo ad aziende, industrie, società sportive, di volontariato e quant’altro. Ginoble ha contestato tale interpretazione garantendo la risoluzione dei problemi non appena si avrà l’insediamento dell’ingegnere Pierluigi Caputi, Commissario ad acta per l’alluvione.

L’assessore poi ha garantito la sua presenza ed il suo intervento in occasione del Consiglio comunale di Tortoreto in agenda per l’8 febbraio prossimo alle ore 19, e prenderà parte anche all’assemblea pubblica indetta per l’11 febbraio prossimo alle ore 18,30 presso l’albergo “Sirenetta” di Tortoreto. Poco prima delle ore 14 la delegazione tortoretana è stata ricevuta anche dal sindaco di Pescara Luciano D’Alfonso, ma nella veste di segretario regionale del Partito Democratico.

E’ stata la volta dell’incontro con i capigruppo del Consiglio Regionale, ed in quella sede l’assessore Ginoble ha annunciato l’arrivo di 5 milioni di euro – di cui metà stanziati dalla Regione e il restante dal Governo – oltre ai 9 milioni di euro già previsti nella finanziaria 2008. Per l’erogazione della prima tranche i tempi dovrebbero essere abbastanza stretti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)