PESCARA – «Non dite che vado a cena con Prodi per uno scambio sulla “mondezza”. Mi dispiace che si possa pensare ad una politica fatta così»: è un Del Turco accalorato quello che trae le conclusioni a margine del Consiglio Regionale straordinario sui rifiuti che si è tenuto il 29 gennaio a Pescara. Sul tema dei termovalorizzatori il presidente della Regione dichiara che la decisone in merito verrà presa quanto prima dato che la vicenda campana ha avuto almeno il pregio di aver prodotto «uno shock che ha fatto fare un scatto in avanti al dibattito politico».

Del Turco, rispondendo alle sollecitazioni dei consiglieri di opposizione, ha spiegato di aver avuto tre ragioni morali e politiche per dare la disponibilità dell’Abruzzo all’accoglimento dei rifiuti della Campania. La prima, sarebbe da ravvisarsi nella natura cattolico-democratica del paese, mentre la seconda è da ricondurre al senso di patriottismo. «La terza ragione – ha concluso Del Turco – è che la vittoria dello Stato è un tema che riguarda sia la destra che la sinistra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)