SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quarta puntata del forum sui progetti urbanistici lanciato dal consigliere della Lista Martinelli-Pri Antonio Felicetti. L’idea è quella di mettere a confronto il principale documento urbanistico prodotto finora dall’amministrazione Gaspari (lo Schema Direttore recentemente approvato in Consiglio comunale) con il Piano Idea del professor Piergiorgio Bellagamba, che avrebbe dovuto contenere in embrione il Piano Regolatore dell’amministrazione Martinelli.
Lo Schema Direttore, precisiamo, è un’analisi molto più sintetica rispetto al Piano Idea, che contiene progetti espressi in maniera più dettagliata.
Nella prima puntata i nostri lettori si sono confrontati con i progetti e le analisi per la zona Sentina, poi è stato il turno di un’altra zona strategica, il cosiddetto “comparto Brancadoro”. La terza puntata ha riguardato l’area portuale e le zone limitrofe del lungomare nord.
In questa quarta puntata invitiamo i lettori a leggere e a riflettere sulla zona del Palacongressi.
Di seguito proponiamo le citazioni testuali dei due documenti
CENTRO CONGRESSI e ZONE LIMITROFE
Ing. Bellagamba, PIANO IDEA
«L’area è delimitata ad ovest dalla Ferrovia,ad est da via Scarlatti e a sud da via del Mare. E’ proprio su questa via che l’intervento proposto può svolgere un ruolo di qualificazione urbana fra i più significativi, considerata la forte valenza turistica di quest’asse viario e la scarsa offerta di qualità e di spazi urbani adeguati alla sua fruizione ed immagine. La presenza del Palazzo dei Congressi, struttura di rilievo urbano,rafforza la funzione turistico-culturale che quest’area deve assumere anche per la sua prossimità al mare».
Seguono 3 schede progettuali. ( SP 06 )- pag.85,88.
INDICAZIONI PROGETTUALI.
«…trovano sede edifici per mostre, mercato, esposizioni, ed un cinema all’aperto, con un corpo di fabbrica adiacente destinato a servizi ed attività di ristoro.
Il progetto prevede la realizzazione di una cubatura complessiva pari a circa 80 000mc. E consente di acquisire al patrimonio pubblico, aree per circa 6,5 ha.
Proseguendo si incontra un albergo con piscina che asseconda la forma del lotto e si allinea con il fronte stradale lungo il quale corre una pista pedonale ciclabile. Questa entra nel parco di forma triangolare collocato dietro uno spazio per spettacoli all’aperto.
Si conclude su via dei Mille con una piccola piazza, un centro di negozi ed un complesso residenziale con attività commerciali al piano terra.
Una lunga fascia di parcheggi delimita l’area lungo la Ferrovia».
Piano Idea-pag. 51.

Architetto Zazio
«Occasione di rilancio del turismo congressuale, da valutare insieme alla valenza del sistema della ricettività turistica: progetti specifici».
Pag. 28- Schema Direttore

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 900 volte, 1 oggi)