SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un lunedì assolutamente interlocutorio all’Ata Quark Hotel di Milano per la Sambenedettese.
Ci si attendevano varie operazioni in uscita e invece niente, fatta salva la cessione di Cristian Romanelli al Lecco. Proprio la società bluceleste, che pareva sul punto di prelevare dai rossoblu anche Andrea Galeotti, si è voluta cautelare: martedì il difensore fiorentino sarà a Lecco per sottoporsi a degli accertamenti medici che dovranno stabilire con maggiore precisione i tempi di recupero dall’infortunio al polpaccio destro che il giocatore si porta dietro da diverse settimane.
Qualora Galeotti non dovesse ristabilirsi entro una decina di giorni, il Lecco potrebbe anche desistere dal tesserarlo. Salterebbe dunque lo scambio con l’altro difensore, il 30enne Arnaldo Bonfanti, destinato ad accasarsi in rossoblu.
La questione Galeotti ha rallentato le altre trattative in casa Samb. Tutto rinviato a martedì. In stand by le cessioni di Tulli al Noicattaro, Iacoponi e Carboni al Martina e Pistillo (conteso da Paganese e Ternana).
Da chiarire invece la posizione di Ficano, per il quale si sono interessate Paganese e Bassano.
E sempre alle prossime ore è stato posticipato il passaggio, con la formula della compartecipazione, di Nikola Olivieri al Palermo, con le due società che dovranno ridiscutere la posizione di Davis Curiale: la Samb infatti, vuole strappare al club siciliano il diritto di riscatto per la metà del cartellino dell’attaccante nato in Germania.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.297 volte, 1 oggi)