Recanatese-Centobuchi 0-1
RECANATESE: Cionfrini, Martellini, Iommi, Zannini, Patrizi, Fermani, Moretti (60’ Santoni), Ciccioli (75’ Puglia), Rosa, Cantarini (68’ Proculo), Senesi. A disposizione: Cantarini L, Surdo,Morlacco,Capezzani. Allenatore: Mobili.
CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Pesce Giuseppe, Corradetti, Troli, Coccia, De Angelis (78’ Ciotti), Simoni, Vidallè (85’ Pini), Cacciatore (87’ Di Giuseppe), Costescu. A disposizione: Cagnato, Tocchi,De Amicis, Pesce Gianluca. Allenatore: Marocchi.
Marcatore: 70’ De Angelis.
Ammoniti: Coccia, Vidallè, Simoni, Costescu, De Angelis (C); Iommi (R).
Espulsi: 76’ Corradetti (C).
Angoli: 5-4.
Arbitro Larconelli di Trieste.
Assistenti Pompili e Della Dora.
Recuperi: 2′ pt, 6′ st.
Spettatori: 400 circa. Una cinquantina i tifosi ospiti.
RECANATI – Quattro punti in due partite, che proiettano il Centobuchi a ridosso della zona play out. E’ questo il bottino degli uomini di mister Marocchi dopo le due trasferte consecutive affrontate prima a Cologna Paese e poi, nella gara di oggi a Recanati.
Nella città di Leopardi Vidallè e compagni si sono dimostrati squadra cinica, capace di sfruttare una delle rarissime chanche avute, e di contrastare l’undici giallorosso soffrendo parzialmente solo nella seconda parte della gara.
Ma veniamo al racconto del match. La prima emozione arriva dopo sei minuti con Rosa (l’attesissimo ex che risulterà tra i peggiori in campo), che, servito da Ciccioli si fa anticipare da Merletti in uscita.
Cinque minuti più tardi è Patrizi a sprecare un’opportunità importante. Lasciato libero su un corner, calcia la sfera sul fondo da ottima posizione. Il Centobuchi si limita a contenere le pur sterili folate avversarie, ma rischia seriamente di capitolare al 24’ quando una veloce combinazione Cantarini-Moretti, libera Rosa che conclude con un insidioso diagonale che termina a lato.
Si chiude così il primo tempo, con le squadre ferme sul risultato ad occhiali, e una partita piuttosto avara di emozioni e conclusioni nello specchio della porta.
La musica però cambia nella ripresa, con il Centobuchi che si rende pericoloso dopo appena venti secondi. Vidallè non è lesto a calciare di prima intenzione un perfetto lancio lungo di Simoni, e viene bloccato dal bravo Fermani.
Al 53’ è ancora Rosa a rendersi protagonista, seppure in negativo. Pescato da Zannini con un lancio lungo dalla trequarti, l’attaccante attende troppo per concludere a tu per tu con Merletti e viene contrato all’ultimo momento da Corradetti.
Inizia la girandola dei cambi, e nel momento migliore dei leopardiani arriva abbastanza inatteso il vantaggio degli ospiti. Sulle lancette dell’orologio corre il minuto 68, quando Vidallè recupera una palla sporca proveniente da un rimpallo fortunoso e dal limite dell’area conclude in porta. L’incerto Cionfrini non trattiene la sfera e respinge nella propria area dove accorre il prontissimo De Angelis per il più facile dei tap-in vincenti.
Dopo il vantaggio arriva la reazione dei locali, che negli ultimi venti minuti cingono d’assedio gli avversari, ridotti nel frattempo in dieci dall’espulsione di Corradetti, apparsa ai più immotivata (avvenuta a gioco fermo probabilmente per proteste).
Il forcing recanatese produce due limpide opportunità nei minuti di recupero. Dapprima al 93’ è Alessandrini che sventa su Fermani involato verso la porta da un traversone basso proveniente dalla destra, e poi è Senesi, due minuti più tardi, a vanificare una grandissima chanche concludendo a lato da due passi. E’ l’ultima occasione del match.
Dopo sei minuti di extra-time arriva infatti il triplice fischio finale dell’arbitro Larconelli di Trieste che consegna al Centobuchi tre punti fondamentali in ottica salvezza, peraltro contro una diretta concorrente, scavalcata in graduatoria proprio grazie al successo di oggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 760 volte, 1 oggi)