SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cambia il direttivo provinciale del Partito Repubblicano Italiano. La riunione dei vertici del partito, presieduta dal proprio presidente, l’onorevole Giorgio La Malfa, ha nominato Antonio Merlini come capo della segreteria provinciale, mentre Domenico Carnicelli sarà il nuovo segretario per il nostro Comune.

La presenza dell’onorevole La Malfa è stata necessaria per questo incontro: ha voluto ribadire con fermezza la posizione del partito (sempre alleato del centrodestra) che continua ad avere un ruolo fondamentale nel territorio marchigiano. «La strategia ottimale per uscire da questa crisi dovuta al fallimento del Governo Prodi – spiega La Malfa – rimane quella di indire nuove elezioni. In caso di vittoria di Berlusconi, il Pri darà un suo contributo. Il nuovo Governo non dovrà sbagliare sulla politica economica, cercando soprattutto di ridurre il debito pubblico e le tasse».

Cosa pensa degli episodi incresciosi che sono avvenuti in Parlamento dopo la caduta di Prodi?

«Questo modo di far politica con cori da stadio, sputi, manifesti o bottiglie di champagne stappate per festeggiare, non mi riguardano. Noi abbiamo sempre fatto e faremo un’opposizione seria, cercando di realizzare un programma serio».

Lei è favorevole ad un cambiamento nella legge elettorale?

«Credo che l’andamento dell’Italia non dipenda dalla legge elettorale. Se la legge dovesse essere modificata il rischio maggiore lo correrebbero i partiti minori, come il mio d’altronde. Ma penso che ogni partito abbia il dovere di arrivare da solo al quorum richiesto. Credo, invece, che sia necessario eliminare il premio di maggioranza, creando un sistema che formi il Governo in Parlamento».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)