ACQUAVIVA PICENA – Il corpo trovato nei pressi di un casolare abbandonato in Contrada di Fonte Pezzana è di Petrit Keci, albanese 30 enne residente ad Alba Adriatica.
Lo rende noto il Comando provinciale dei Carabinieri. Le indagini sulla dinamica della morte e sull’identità dei responsabili comunque sono ancora in corso.
Il nucleo investigativo del comando provinciale e la compagnia dei carabinieri di San Benedetto del Tronto stanno indagando sul contesto delinquenziale dell’assassinio.
Una volta assodato che si tratta di morte violenta, gli inquirenti stanno tentando di ricostruire la vita della vittima, i suoi eventuali legami con la mala albanese o con altri gruppi delinquenziali che operano nel territorio del Piceno e della provincia di Teramo. Quello che appare dalle circostanze della morte è un regolamento dei conti in piena regola.

Secondo il capitano dei Carabinieri di San Benedetto Giancarlo Vaccarini sono ancora da stabilire le cause esatte della morte dell’uomo. Lo diranno l’autopsia e gli esami tossicologici che con ogni probabilità si terranno lunedì 28 gennaio.
Non si sa ancora se l’uomo sia stato ucciso con un colpo di pistola piuttosto che con altre armi da taglio, prima di essere dato alle fiamme.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.155 volte, 1 oggi)