SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il “Giorno della memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti” è stato istituito dal Parlamento Italiano con legge n. 211 del 20 luglio 2000, e fissato per il 27 gennaio, anniversario della liberazione nel 1945 del campo di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa. A San Benedetto del Tronto presso l’Auditorium comunale, domenica 27 gennaio a partire dalle ore 10,30, la memoria si celebra attraverso una cerimonia ufficiale, alla quale sono stati invitati gli studenti di tutte le scuole cittadine, i loro docenti, la cittadinanza, i sindaci dei Comuni vicini, i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma.
Nell’incontro verrà proiettato un filmato sul ritorno di Primo Levi ad Auschwitz. Seguirà l’intervento di Costantino Di Sante (Isml Ascoli Piceno) che terrà una relazione sul tema Internamento e deportazione dalle Marche. Infine sarà proiettata un’intervista di Enzo Biagi allo stesso Primo Levi.
Le iniziative per il 2008 sono state organizzate dal Comune in collaborazione con tutte le scuole cittadine e con l’“Istituto provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione delle Marche e dell’età contemporanea” di Ascoli Piceno, di cui Di Sante è presidente.
Il sindaco Gaspari ha inoltre espresso in una lettera il cordoglio dell’Amministrazione comunale e della città tutta, a Tino Casali, presidente dell’“Associazione Nazionale Partigiani d’Italia”, per la scomparsa di Arrigo Boldrini, il partigiano “Bulow”, morto martedì 22 gennaio. Boldrini era medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana, padre costituente della Repubblica, Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana e presidente onorario dell’Anpi, dopo esserne stato per anni il segretario generale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 495 volte, 1 oggi)