CUPRA MARITTIMA – Non si placano le polemiche riguardo il recente sequestro al Museo Malacologico di Cupra.
A tal proposito Luigi Viventi, presidente regionale del gruppo Udc, in un’interrogazione al presidente della Regione Gian Mario Spacca chiede che «la vicenda giunga a conclusione nel più breve tempo possibile, in modo che, nel caso di esito positivo, non venga compromessa la programmazione delle visite previste per la stagione estiva».
Il sindaco di Cupra, Giuseppe Torquati, si unisce all’appello del presidente regionale Udc, aggiungendo che «l’amministrazione esprime solidarietà ai titolari del museo e invita le autorità competenti a provvedere in merito prima possibile anche perché viene danneggiata l’immagine del paese con ripercussioni negative sul turismo».
Ricordiamo che il 7 novembre il Nucleo Tutela del Patrimonio dei Carabinieri di Monza ha sequestrato 1439 reperti esposti nella “Malacologia”, accusando il direttore del Museo, Tiziano Cossignani, di ricettazione. La stessa direzione ha dimostrato la lecita provenienza dei materiali posti a sequestro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)