SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il futuro di Nikola Olivieri si chiama Palermo.
L’ottima prestazione cui si è reso protagonista l’attaccante della Samb mercoledì pomeriggio, nel corso dell’amichevole di Novara tra la rappresentativa Under 21 del girone B di Serie C1 e quella della divisione A, ha convinto la dirigenza rosanero: accordo raggiunto tra il ds dei siciliani Rino Foschi e quello rossoblu Enzo Nucifora, per la comproprietà del cartellino di Olivieri.
«C’è un’intesa sostanziale» conferma Nucifora. «Metteremo nero su bianco non appena il presidente Tormenti farà ritorno da Dubai». Per l’inizio della prossima settimana insomma, Olivieri sarà rosanero.
Da stabilire però se il giocatore si trasferirà subito in Sicilia, oppure lo farà alla fine della stagione in corso. Da Palermo giurano che l’attaccante verrà preso e immediatamente “girato” in Serie B, probabilmente al Cesena.
SI LAVORA ANCHE PER CURIALE. La Samb, nella trattativa Olivieri, sta peraltro ponendo le basi per una forte sinergia con il Palermo. A cominciare dall’operazione Curiale: «Vedremo di rinnovare il prestito anche per l’anno prossimo con un diritto di riscatto sulla metà del suo cartellino. Davis è un giocatore di sicuro avvenire e se dovesse “esplodere” definitivamente varrebbe diversi milioni di euro».
Infine ecco spuntare l’ipotesi di «una amichevole con il Palermo al Riviera delle Palme, con incasso a nostro favore, da giocarsi la prossima estate»
VIA PURE ROMANELLI E GALEOTTI. Da Lecco arrivano conferme: Galeotti e Romanelli presto svestiranno il rossoblu della Samb per accasarsi in riva al Lago.
E’ il responsabile del mercato bluceleste Tiziano Gonzaga a confermare: «Siamo a buon punto. Riparleremo con la Samb a breve, vorremmo chiudere entro lunedì, in modo tale da averli a disposizione per la ripresa del campionato». Con la squadra di mister Motta, in piena lotta per non retrocedere nel C1/A, che sarà di scena a Monza.
E i due giocatori verranno ceduti a titolo definitivo. Per Galeotti (legato alla Samb da un contratto triennale) si tratterebbe di una partenza a sorpresa. Il rendimento del difensore toscano ad ogni modo, dopo un discreto girone di andata, di recente era sceso parecchio.
Romanelli invece anche in Riviera – c’era arrivato in prestito, dopo una serie di stagioni piuttosto deludenti – non è riuscito a imporsi: in campionato appena 2 presenze da titolare (a Pescara e in casa contro il Lanciano), poi 11 “apparizioni”, a partita in corso. Due le reti realizzate, ma tutte in Coppa Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.417 volte, 1 oggi)