GIULIANOVA – Nell’era della tecnologia e delle più innovative scoperte scientifiche, c’è ancora chi viaggia a passo di lumaca, nonostante i costi di trasporto non certo contenuti.

E’ quanto si è verificato a Giulianova sabato scorso: un cittadino, nella stessa giornata, si è visto recapitare un invito per festeggiare il 16 dicembre 2007 l’84° compleanno di Padre Serafino e per la contemporanea inaugurazione della mostra fotografica “Una Missione per Natale”.

L’altra missiva, a firma del Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Massimo Rossi, è stata imbucata nel capoluogo piceno il 7 dicembre 2007 con invito a partecipare ad un’asta di solidarietà per il 16 dicembre 2007 denominata “Aiutiamo la pace”.

Entrambe le buste sono state inoltrate con il sistema “postatarget” e, caso ancor più strano, entrambe le lettere riguardano eventi di solidarietà in calendario per il 16 dicembre 2007. Sia da Ascoli Piceno che da Giulianova le lettere hanno impiegato quaranta giorni per essere recapitate. Cosa dire? Sarebbe forse il caso di stendere un velo pietoso, ma è giusto anche sottolineare che, pur se privatizzati, questi uffici vengono in parte alimentati anche dalle tasse pagate dai contribuenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 503 volte, 1 oggi)