SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Le salvezze si costruiscono soprattutto in casa». Ha ragione Enrico Piccioni. Almeno a guardare i numeri della sua Samb che nei cinque incontri disputati davanti al pubblico amico ha raccolto qualcosa come 13 punti.
Il Riviera sta tornando ad essere un fortino inespugnabile. Nemmeno il Pescara è riuscito a sottrarsi alla legge dell’impianto di Viale dello Sport. L’allenatore rossoblu sintetizza: «Cuore e testa. Questi gli ingredienti che ci hanno permesso di vincere. Abbiamo giocato con grande maturità. La squadra ha interpretato nel migliore dei modi la partita, ha saputo aspettare il Pescara e poi colpirlo al momento opportuno. E’ la conferma che la sconfitta di Lanciano è stata un episodio. I ragazzi hanno seguito alla lettera le mie disposizioni. In settimana si sono allenati bene e oggi hanno dimostrato di avere dentro una grossa carica agonistica».
Cuore, testa, ma anche attaccamento alla maglia: «Tinazzi aveva saltato gli ultimi due allenamenti per l’influenza, Moi sabato sera è rimasto chiuso in camera sua con la febbre a 38. Eppure tutti e due hanno fatto una partita di grande intensità. I ragazzi hanno capito cosa significa giocare per questa maglia. Anche stavolta hanno sofferto nel momento che serviva, hanno saputo leggere la partita».
Complici squalifiche ed infortuni, a giocare è stata la solita Samb. Dei neoacquisti c’era – peraltro in panchina – il solo Bartoletti. «Gioca chi dimostra di meritarlo. E sarà sempre così: in organico ho più di 33 giocatori, non è facile gestirli, ma il gruppo è affiatato e anche se è normale che a qualcuno possa dispiacere, scende in campo chi dà al sottoscritto le maggiori garanzie».
Nota di merito per Filippo Forò, al primo gol in rossoblu: «Sono molto contento per lui. Un ragazzo serio, che nonostante abbia sempre avuto poco spazio finora ci mette sempre l’anima. Merita queste soddisfazioni e altre ancora».
Piccioni elogia anche Cia: «Michael diventerà un grande giocatore, sta crescendo. Oggi si è sacrificato molto. A livello tattico ha giocato una partita di grande intensità. Alla Samb sta succedendo una cosa molto importante: chiunque va in campo dà il 100%».
Chiusura dedicata al pubblico: «E’ stato bello vederlo tutto in piedi alla fine. Sono contento soprattutto per la squadra, che sta riuscendo a riportare i tifosi dalla sua parte».
La Samb tornerà al lavoro martedì pomeriggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 822 volte, 1 oggi)