SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì in una riunione interlocutoria si è assistito a una spaccatura nella maggioranza nei confronti del nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico.
Rifondazione Comunista propone il limite temporale alle occupazioni per le attività commerciali; altri si sono espressi favorevoli al fatto che i commercianti possano occupare senza soluzione di continuità il suolo pubblico.
A favore della temporaneità delle occupazioni si sono espressi Leo Sestri (Sdi), Daniele Primavera (Rc), Francesco Bruni (Italia dei Valori).
Afferma Primavera: «Non è stata chiarita appieno la posizione dei Verdi, che hanno definito “non prioritaria” la nostra proposta, sottintendendo però un parere favorevole. Non è ancora chiara la posizione del Partito Democratico; la corrente che fa riferimento a Perazzoli, presidente regionale Confesercenti, è favorevole alle occupazioni “semipermanenti”; la sinistra del partito democratico, invece, è cautamente orientata verso il porre un limite temporale alle occupazioni.
Un possibile percorso – conclude il consigliere comunale di Rifondazione – potrebbe essere la presentazione da parte mia di un emendamento in Consiglio comunale, sebbene non sia chiaro chi potrebbe appoggiarlo».
Fra una settimana la maggioranza si incontrerà di nuovo sull’argomento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 922 volte, 1 oggi)