GIULIANOVA – Una discreta partecipazione di pubblico ed appassionati nonostante la giornata feriale e la temperatura non certo gradevolissima: anche quest’anno, dunque, è stata rispettata la tradizione popolare legata a “Lu S. Andonie Abbate”. Nel primo pomeriggio si è tenuta la gara del “gallo cimuto” che ha visto aggiudicarsi il primo posto un esemplare fulgida cresta dell’agro di Giulianova. Poi i festeggiamenti si sono spostati in piazza Buozzi, con la consueta benedizione solenne del pane distribuito poi a tutti i presenti. Non sono mancati canti e balli attraverso i quali è stata idealmente ripercorsa l’opera del Santo protettore degli animali. Nel contempo è stata offerta una degustazione gratuita dei prodotti tipici nostrani della ditta Agriservice di Bellante, che i convenuti hanno mostrato di apprezzare, dato che nulla è rimasto alla fine sul desco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 513 volte, 1 oggi)