OFFIDA – Offida si prepara anche quest’anno a festeggiare una delle feste più sentite e amate della città, il Carnevale. Nella conferenza stampa di presentazione del programma del Carnevale Storico Offidano 2008, tenutasi presso il Teatro Serpente Aureo, è l’assessore allo Sport e al Turismo Valerio Lucciarini, assieme al presidente della Pro Loco Luciano Casali e al dottor Paolo Pellei, a spiegare la “passionalità” profonda di questa festa per il paese e i suoi cittadini: «Il turismo sta cambiando e il Carnevale di Offida, evento di portata ormai sovra-regionale, attrae masse turistiche di nicchia che vanno alla ricerca di realtà con culture, tradizioni e momenti folkloristici radicati. Per la comunità di Offida è un’opportunità per promuovere il territorio e le nostre tipicità».

Proprio in quest’ottica si sta cercando di attivare un gemellaggio con la Provincia di Pamplona dove al contrario del tradizionale “Bove finto” si può assistere ad una festa molto simile, dove vengono cacciati veri tori con indosso una “m’ndura” bianca e rossa. Altra interessante iniziativa, che partirà invece quest’anno, è quella illustrata da Pellei, di origini offidane, emigrato in Finlandia per lavoro e tornato dopo dieci anni nel Piceno, dove ha aperto un’agenzia turistica: l’idea è quella di coinvolgere venti finlandesi nei festeggiamenti del Carnevale (dal giovedì grasso al martedì) dando loro l’opportunità nel contempo di conoscere tutto il territorio, tradizioni e tipicità comprese. Gli ospiti finlandesi saranno accolti il 1° Febbraio nel Palazzo Comunale dove verrà consegnato loro, dal presidente della Pro Loco, “lu guazzarò” personalizzato.
Il presidente della Pro Loco, intanto, ricorda come il Carnevale Storico Offidano non è solo “lu Bov Fint” e i “Vlurd” ma è caratterizzato anche dai Veglioni che oltre al consueto Veglione del Socio prevede quest’anno tre Veglionissimi: quello di Sabato 2 Febbraio, con ospite della serata Dario Ballantini, il Valentino di Striscia La Notizia; quello di Domenica 3 Febbraio, il Veglionissimo Mascherato allietato dall’Orchestra Live locale “I Pupazzi”; infine, quello di lunedi 4 Febbraio, il Veglionissimo di Carnevale che chiuderà il sipario dopo l’ingresso delle varie Congreghe .

“Rispetto a tutti gli altri paesi – ci tiene a sottolineare il presidente della Pro Loco Luciano Casali – Offida a partire dal giovedì grasso, dopo la simbolica consegna delle chiavi del Carnevale alle Congreghe, si ferma: negozi chiusi, fabbriche chiuse ed uffici chiusi.
Certamente sono fiero di rappresentare una manifestazione di tale importanza, ma è bene che tutti sappiano che nessuno di noi ci tiene a dire che il Carnevale lo organizza la Pro Loco o il Comune; il Carnevale lo fanno tutti coloro che lo vivono con passione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.916 volte, 1 oggi)