MONTEPRANDONE – Anche quest’anno Monteprandone torna a vivere la ricorrenza di Sant’Antonio abate.
Il più illustre eremita della storia della chiesa, conosciuto dai più per essere il protettore degli animali, viene festeggiato come di consueto il 17 gennaio.
La giornata canonica cade quest’anno di giovedì, giorno infrasettimanale, per questo i festeggiamenti all’interno della cittadina slitteranno a domenica 20 gennaio, durante la quale ci sarà alle ore 10.30 la benedizione in chiesa degli animali domestici e al termine della Santa Messa, il comitato festeggiamenti provvede presso la sala San Leonardo, l’ex teatrino parrocchiale, alla distribuzione del pane e dei maritozzi rigorosamente benedetti. Seguirà poi, per coloro che si sono prenotati, un pranzo sociale all’hotel San Giacomo di Monteprandone.
Oltre alla parrocchiaSan Niccolò” che, in collaborazione con il comitato “Sant’Antonio”, organizza la ricorrenza, anche il santuarioSanta Maria delle Grazie e San Giacomo della Marca” tiene viva la tradizione, distribuendo il pane benedetto al termine della Messa domenicale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)