ASCOLI PICENO – Alessandro Gassman sul palco del Ventidio Basso, venerdì 18 gennaio, sabato 19 gennaio (entrambi alle 20,30) e domenica 20 gennaio (ale 17,30), con “La parola ai giurati”: è il quarto appuntamento della stagione teatrale promossa dal Comune di Ascoli Piceno e dall’Amat.

«Ciò che mi ha ispirato fin dalla prima lettura – ha affermato Gassman – è la possibilità di portare alla luce i pregiudizi e le false certezze che caratterizzano il comportamento dei giurati e che affiorano nel momento in cui devono assolvere il compito più difficile per un uomo: quello di decidere della vita di un altro uomo. In un’epoca in cui il mondo è afflitto da ideologie contrastanti che si nutrono di assolutismo e che spesso scadono a pregiudizi, il “ragionevole dubbio” è una preziosa arma di difesa».

Tratto dal teledramma “Dodici uomini arrabbiati” di Reginald Rose (da cui fu realizzato il film con Henry Fonda diretto da Sidney Lumet), “La parola ai giurati” ha l’impianto del dramma giudiziario e vede protagonista Alessandro Gassman che si batte contro la pena di morte. Prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo in coproduzione con Società per Attori, la vicenda è incentrata su due capisaldi del sistema giuridico anglosassone: la presunzione di innocenza di un uomo e la dimostrabilità della sua colpevolezza al di là di ogni ragionevole dubbio. Siamo nella New York del 1950, una giuria popolare composta da dodici uomini di diversa estrazione sociale, età e origini deve decidere del destino di un ragazzo ispano-americano accusato di parricidio.

Per informazioni e biglietti (da euro 22 a euro 8): biglietteria del Teatro telefono 0736 258035 – 244970, Amat tel. 071 2072439, www.amat.marche.it (vendita on line).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.688 volte, 1 oggi)