SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due domeniche di squalifica per Luis Maria Alfageme (“per aver colpito volontariamente con un calcio un avversario mentre il gioco si svolgeva in altra parte del campo”), una per Leandro Vitiello (“per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco”).
Questo ha deciso il Giudice Sportivo di Serie C dopo la partita di Lanciano tra i rossoneri e la Samb. Alfageme e Vitiello, che al “Biondi” avevano esordito con la maglia rossoblu, sono subito costretti a uno stop. E che stop: il centrocampista campano sarà di nuovo disponibile il prossimo 3 febbraio (Sorrento-Samb), mentre l’argentino potrà sperare di tornare in campo non prima della sfida interna contro il Martina, la settimana successiva.
Il diesse rossoblu Nucifora ha annunciato: «Alfageme e Vitiello saranno multati».
PROCURATORE FEDERALE. Deferito alla Disciplinare il presidente e l’amministratore unico del Lanciano Paolo Di Stanislao e Alfredo Di Paolo: la società frentana ora rischia di essere penalizzata.
LE ALTRE DECISIONI. Dodici i giocatori fermati nel C1/B. Due invece gli allenatori appiedati. Ma vediamo, nel dettaglio, tutte le decisioni adottate dal Giudice Sportivo dopo la 20a giornata.
Allenatori
Due giornate
Tedino (Sangiovannese)
Una giornata
Braglia (Lucchese)
Giocatori
Due giornate
Alfageme (Samb), Scotti (Sangiovannese)
Una giornata
Vitiello (Samb), Cini (Gallipoli), Pisacane e Cruciani (Lanciano), Barrionuevo (Salernitana), Carrara (Massese), Di Simone (Pistoiese), Ferrando e Goretti (Sangiovannese), Bertolini (Lucchese)
Società
Ammende
Juve Stabia 1.500 euro, Massese 1.000 euro, Pescara 400 euro

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 769 volte, 1 oggi)