SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Udc all’attacco sul fronte delle opere pubbliche e del turismo.
«Abbiamo perso un finanziamento governativo per la costruzione di un nuovo pontile peschereccio al porto – afferma il capogruppo in Consiglio comunale Marco Lorenzetti – è dal mese di aprile che chiediamo la convocazione delle commissioni consiliari sul turismo e sui lavori pubblici, ma le richieste non vengono accolte. Vogliamo discutere dell’aviopista, del catamarano per la Croazia, dell’aumento dei parcheggi, delle piste ciclabili. E poi occorre trovare un evento sostitutivo di Miss Italia, per migliorare la promozione turistica nazionale che secondo noi è scarsa».
La città è ferma, le tasse aumentano: è la sintesi appoggiata anche dall’altro rappresentante dell’Udc in Consiglio comunale, Giuseppe Nico: «Noi non siamo per le battaglie simboliche ma per il confronto concreto su fatti puntuali. Il mio impegno da presidente della commissione Bilancio per convocare i vertici delle società partecipate è una cosa di cui vado fiero. Riconvocheremo le società più importanti, oltre ai rapporti di bilancio ci attendiamo un’efficienza e una snellezza che ancora non c’è. Vogliamo ascoltare il consorzio Cerf Pesca e la Picenambiente Energia per conoscere le loro attività».
Sul piano regolatore i democratici di centro sono preoccupati per l’impasse della nuova legge regionale urbanistica.
Mentre la rappresentante dei Giovani Udc Provvidenza Silvano lancia la proposta di istituire il Consiglio comunale dei giovani, in applicazione di una vecchia delibera del 1998.
«Lottare contro la disoccupazione giovanile è un compito che il Comune non può trascurare», aggiunge la Silvano, che invita l’amministrazione comunale a istituire l’orario d’apertura continuato presso la biblioteca “Lesca”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 539 volte, 1 oggi)