* esponente del Partito Democratico, presidente del comitato Città dei Bambini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Caro sindaco, in questi giorni personaggi autorevoli hanno cercato di convincerci che non esisti ma noi, che siamo testardi, non gli abbiamo creduto.
E’ vero: siamo testardi e crediamo nelle favole (come dei “sognatori concreti”) e, la tua, è davvero una bella favola.
Anche noi, allora, vogliamo chiederti qualche dono.
Da parte nostra, nell’anno che ci siamo buttati alle spalle, abbiamo fatto i buoni, e ci siamo battuti, insieme a tutti i nostri amici e compagni del centrosinistra, dicendo sì alla pace e no a tutte le guerre, gridando con forza che la democrazia è una conquista dei popoli e non si esporta con le armi, imparando a non giudicare le persone o i paesi sulla base della loro religione o del colore della pelle, cercando sempre di difendere i diritti dei più deboli e degli emarginati.
Abbiamo difeso la scuola, la sanità pubblica e i diritti civili. Ma, soprattutto, ci siamo battuti, nel nostro paese, per il diritto ad un’informazione corretta e per una politica del lavoro più equa, opponendoci al governo di centrodestra che ha fatto in modo che i pochi ricchi lo diventassero sempre più aumentando, al contrario, la povertà e spingendo migliaia di famiglie in una situazione d’incertezza.
Insomma, ce l’abbiamo messa tutta ed allora, caro sindaco, ti chiediamo due regali.
Il primo riguarda San Benedetto del Tronto, la nostra città, dove con l’approvazione del Bilancio di Previsione 2008-2010 chiediamo che si cambi aria davvero.
Finito il tempo della San Benedetto del Tronto amministrata come fosse un condominio, vogliamo che il sindaco sia capace di riportare questa città ad essere protagonista nelle Marche, in Italia e nel mondo intero.
Un sindaco con un occhio all’innovazione, alla ricerca, all’università, e l’altro alla difesa dell’ambiente, la pulizia della città e per una politica d’attenzione alla realtà sociale ed alla solidarietà.
Infine, ecco il secondo regalo.
Tu sai che da anni, ormai, noi tutti lavoriamo per un progetto importante, che cambierà profondamente la politica nel nostro paese: si chiama Partito Democratico
Però abbiamo forse esagerato: qualcuno, su quest’argomento, è stato meno buono e, senza dubbio, merita un bel sacco di carbone.
Ma noi, che abbiamo lavorato per l’unità e per una politica saldamente legata alla partecipazione della società civile, fatta di semplici cittadini, eletti, associazioni, militanti e simpatizzanti cittadini, dei vari partiti, che hanno contribuito alla raccolta di 1751 firme, ti chiediamo di farci un dono speciale: la realizzazione di un’area protetta (la “Città dei Bambini”) nella zona della “Vecchia pineta” nel centro di San Benedetto, nella convinzione che sia essenziale riservare ai bambini uno spazio “tutto loro” dedicato ai giochi e alle attività di socializzazione e di crescita responsabile ed equilibrata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)