SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abele Karim Kabbouri, dell’Atletica Recanati, è il trionfatore della quarta edizione della Maratonina dei Magi, memorial “Sabatino D’Angelo”, il classico appuntamento podistico organizzato, come ogni anno, dalla Polisportiva Porto 85 su un circuito di 21,097 chilometri lungo il lungomare di Porto D’Ascoli, San Benedetto e Grottammare .

Nonostante gli sforzi del vincitore (volato al traguardo col tempo di 1 ora, 7 minuti e 2 secondi) il record del circuito detenuto da Roberto Barbi (1° 05’) rimane imbattuto e ben saldo nelle mani di questo atleta della Podistica Valtenna che, anche quest’anno, conquista il podio con un secondo posto di tutto rispetto ( col tempo di 1° 08’ 03’’).

Al terzo posto si classifica Hamam Larbi dell’Atletico Mezzofondo Recanati, col tempo di 1 ora, 9 minuti e 53 secondi. Marcella Mancini rimane la leader indiscussa del settore femminile. Taglia il traguardo percorrendo il circuito in meno di 1 ora e 20 minuti ma, purtroppo, la sua partecipazione non viene riconosciuta dalla Fidal: la federazione, infatti, non ammette che gli atleti che rivestono i colori della nazionale possano partecipare a questo genere di gare in maniera ufficiale.

«Siamo delusi dal comportamento della Fidal che ci impedisce di premiare Marcella Mancini – spiega il presidente della Porto 85, Roberto Silvestri – Possiamo dire che l’atleta mantiene la leadership in maniera ufficiosa. Il comportamento della federazione è scorretto nei confronti di tutti gli organizzatori di questo tipo di gare». Dunque il primo posto spetta all’atleta Silvia Luna della Mezzofondo Recanati (1° 23’ 47’’) seguita, al secondo posto, dalla compagna di squadra Sonia Cionna (1° 25’ 58’’). Il gradino più basso del podio va a Noemi Mogliani (Atletico Recanati) che chiude la sua prestazione col tempo di 1 ora, 26 minti e 29 secondi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.784 volte, 1 oggi)