ASCOLI PICENO – Emergenza idrica: sulla polemica interna al Partito Democratico (il sindaco di Offida Lucio D’Angelo ha contestato l’operato del sottosegretario agli Affari Regionali Pietro Colonnella), interviene anche la Democrazia Cristiana per le autonomie, attraverso il vicesegretario provinciale Francesco Petrelli. Che, per ora, è l’unico esponente politico ad aver espresso posizione tra le due parti, appoggiando Pietro Colonnella.
«Il sottosegretario Colonnella rimane il migliore elemento di questo centrosinistra piceno e lo dimostra la sua richiesta d’intervento del Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro e del Cipe, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, al fine di attivare il Governo sulla grave crisi idrica del Piceno – scrive Petrelli – Dispiace che la solita sinistra col sindaco di turno, Lucio D’Angelo di Offida, insista a mostrarsi strumentalmente polemica evidenziando un centrosinistra che è sempre più diviso su importanti questioni».

«Se poi, come auspicato da D’Angelo – conclude – l’articolo 1 della Carta costituzionale oltre al presidente Prodi lo applicassero davvero concretamente, mandando a casa chi con il lavoro non si è misurato mai, anche i presidenti di Regione Marche e Provincia, rispettivamente, Spacca e Rossi, in quegli Enti si potrebbe rischiare la desertificazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)