SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Enrico Piccioni è stato scarcerato (cliccate QUI), la Samb però temporeggia.
L’allenatore sambenedettese, che lo scorso 27 dicembre aveva presentato alla Samb una lettera di dimissioni (cliccate QUI), muore dalla voglia di riprendere in mano la squadra con la quale, in un mese e mezzo, ha saputo allontanare quasi del tutto la zona play out. Tanto che lo stesso tecnico rivierasco, partito dal carcere di Villa Fastiggi di Pesaro attorno alle 15,30, nel tardo pomeriggio avrebbe voluto raggiungere il Riviera delle Palme per salutare Tinazzi e compagni. Piccioni è stato fatto desistere dal proposito iniziale. Segno che la Samb preferisce la strada della cautela. Tradotto: non è così scontato che Piccioni riprenderà la guida della formazione rossoblu.
Il direttore sportivo Enzo Nucifora, poco dopo le 17, ha spiegato: «Vogliamo valutare bene la situazione e chiarirne tutti gli aspetti con Piccioni e i suoi legali (Augusto Mandolini e Massimo Ricci, ndr). Enrico potrebbe restare, oppure no. Dobbiamo essere sicuri che la vicenda giudiziaria non avrà ulteriori strascichi. Aspettiamo di avere questo incontro – e lo vogliamo fare in privato – poi di certo i fratelli Tormenti si riuniranno prima di prendere una decisione che, credo, verrà ufficializzata non prima della mattinata di venerdì».
«A livello umano siamo felicissimi per lui e la sua famiglia» ha proseguito Nucifora. «Del resto lo abbiamo sempre sostenuto e soprattutto lo abbiamo aspettato fino ad ora. Siamo contenti anche perché abbiamo la possibilità di parlarci di persona; non fosse stato liberato oggi avremmo dovuto prendere una decisione senza confrontarci con lui. Ma qui il punto è un altro: c’è in ballo l’immagine di una società che rappresenta una città importante come San Benedetto. Ci sono tanti aspetti da valutare. Penso per esempio alla Figc. Essendo coinvolto un proprio tesserato i vertici federali quasi certamente apriranno una ìnchiesta su tutta questa vicenda (in realtà pare sia già stata avviata, ndr)».
Alle ore 17,30 in punto lo stesso Nucifora è salito a bordo dell’auto del presidente Gianni Tormenti per incontrare Piccioni. Qualora la Samb decidesse di abbandonare definitivamente l’ipotesi Piccioni, è pronto a subentrare il 57enne Salvatore Bianchetti. L’ex Igea Virtus, allertato prima di Natale dall’avvocato Nucifora, resta in attesa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.397 volte, 1 oggi)