ASCOLI PICENO – Con lo slogan “Turbogas? No, grazie!” il meet-up dei grillini di Ascoli Piceno ha avviato in questi giorni una petizione online (per vederla clicca qui).

La raccolta firme va contro il progetto che prevede la costruzione di una centrale termoelettrica, della potenza di circa 85 Megawatt, alimentata a metano, e verrà presentata all’assessorato all’Ambiente della Regione Marche, al presidente della Provincia di Ascoli Piceno, al sindaco di Ascoli Piceno, ai sindaci dei Comuni della Valle del Tronto.

Nella petizione – che è stata aperta la scorsa settimana ed ha già raccolto più di cento firme – si legge: «La centrale brucerà ogni anno 140 milioni di metri cubi di gas naturale ed emetterà 240 mila tonnellate di Co2 (anidride carbonica), che è il gas maggiormente responsabile dell’effetto serra, cioè del riscaldamento del pianeta Terra. La centrale emetterà anche particelle inquinanti pericolose (NOx, pm10, pm2.5, formaldeide e altro). Da 4 torri alte 30 metri verranno emesse quasi mille tonnellate al giorno di vapore, utilizzando circa 500 mila metri cubi di acqua all’anno (quanta ne consumano 1.300 famiglie di 4 persone o 2.000 famiglie “medie” del territorio ascolano)».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.014 volte, 1 oggi)