Centobuchi-Agnonese 0-1
CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini (60’Troli), Mozzoni, Ciotti (48’De Amicis), Cameli, Pini, Cesani, Simoni, Di Giuseppe, De Angelis, Trotta (60′ Costescu). Allenatore: Marocchi 
AGNONESE: Rimi, Lella (84′ Litterio), Curione, Gennarelli, Curcio, Spagnuolo, Partiplo, Di Domenico, Martella, De Vito (57′ Ruggieri), Acquaro. Allenatore: Bagnoli.
Arbitro: Cavallo di Empoli.
Rete: 25′ Acquaro (A).
Espulsi:Martella (A) per doppia ammonizione e Bagnoli (A) per proteste.
Ammoniti: Spagnuolo(A), Ciotti (C), Martella (A), Di Domenico(A), Simoni (C).
Angoli:7-0.
Spettatori: 350 circa. Una quarantina quelli provenienti dal Molise. 
MONTEPRANDONE – Amara, amarissima la fine del 2007 per il Centobuchi. La squadra di Sestilio Marocchi nel recupero della 17a giornata, rinviata per neve lo scorso 16 dicembre, ha perso la seconda partita consecutiva – la terza della stagione sul terreno del Comunale – al cospetto di un’Olympia Agnonese spietata, abile a sfruttare l’unica occasione sotto porta capitatale nel corso dell’incontro.

Per i biancocelesti, anche stavolta rimasti a secco, hanno pesato più del dovuto le assenze degli squalificati Vidallè e Cacciatore. I locali, in superiorità numerica per tutta la ripresa, non sono stati capaci di bucare la porta avversaria. Simoni e soci hanno fatto tanta confusione, creando fastidi solo su palle inattive, bissando così (si fa per dire) la battuta d’arresto contro la Renato Curi di una settimana fa. A nulla è valso l’esordio dell’attaccante di scuola Manfredonia Pasquale Trotta.

LA CRONACA. Al 4′ subito una buona occasione per i biancazzurri con un rimpallo in area non sfruttato dal citato Trotta che calcia a lato da pochi passi. Seguono fasi di grande noia. Poi, al 25′, arriva inaspettato il vantaggio ospite: un pallone penetrato in area viene raccolto come meglio non si potrebbe sul filo del fuorigioco da Acquaro che scavalca prima con un pallonetto di testa Merletti e poi appoggia in rete di destro.

Buona la reazione dei monteprandonesi: al 31’ci prova Pini, ma il suo tiro sfila alto sopra la traversa. Sei minuti più tardi il colpo di testa di Ciotti fa gridare al gol: sulla linea salva Curcio.

Sul finire della prima frazione un episodio che risulterà comunque inutile ai fini del risultato, ovvero l’espulsione per doppia ammonizione di Martella, che lascia in 10 gli amaranto.

RIPRESA INSIPIDA. Al rientro dagli spogliatoi il Centobuchi prova a fare la partita. La prima emozione al 52′ con un tiro a botta sicura di Cesani rimpallato dai difensori molisani. Al 55′ una punizione del nuovo entrato De Amicis viene deviata in angolo da Rimi.

Ancora Centobuchi: è il 63′ quando un tiro-cross dello stesso De Amicis viene smanacciato dall’estremo difensore molisano proprio prima che la palla si infilasse sotto la traversa. All’83’ un colpo di testa di Di Giuseppe si spegne di un niente a lato. Con questi 3 punti l’Agnonese scavalca il classifica proprio i marchigiani (26 contro 24) e riapre la crisi della squadra biancazzurra, attesa, domenica prossima, dall’impegnativa trasferta sul campo del Campobasso.

MAROCCHI INFURIATO. «Le sconfitte non arrivano mai per caso. Dobbiamo tutti farci un esame di coscienza. In queste due ultime gare interne (Renato Curi e Agnonese, ndr) siamo riusciti a sprecare una fortuna, giocando senza la lucidità necessaria: il calcio è questo, c’è ben poco da commentare».                                   

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.260 volte, 1 oggi)