Cliccando sul link a sinistra “ Relazione Bilancio 2008”, è possibile scaricare il resoconto completo del bilancio approvato dal Comune.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Più tasse e più servizi” è lo slogan adottato dall’amministrazione comunale per giustificare l’aumento delle imposte in relazione al nuovo bilancio triennale approvato ieri, 27 dicembre, in Consiglio Comunale. Con la manovra fiscale sono previste maggiori entrate nel settore tributario grazie all’aumento dell’Ici dello 0,5 per mille sulle seconde case locate (dal 6,5 per mille si passerà dunque al 7 per mille, con un’entrata di circa 400 mila euro annui in più), e all’aumento dell’Irpef dello 0,3% (l’addizionale passa dallo 0,5% allo 0,8% con un aumento delle entrate di 1 milione e 500 mila euro annui in più). Secondo il vicesindaco Antimo Di Francesco, i tributi verranno investiti per finanziare servizi di significativa importanza per la città.

In particolar modo serviranno per migliorare l’efficienza dell’azione pubblica, con la creazione di nuovi strumenti gestionali, che diano garanzia nell’utilizzo reale delle risorse e che controllino anche il lavoro delle società partecipate. I fondi verranno investiti per riprogettare “l’architettura” dell’ente comunale, valorizzando il personale interno e trasformando il Comune in una «azienda sempre più efficace che riesca ad andare incontro alle necessità della cittadinanza». Oltre alle tasse, altre entrate arriveranno, per esempio, dall’alienazione di beni comunali, cioè dalla vendita di immobili appartenenti al Comune.

Tra questi c’è l’ex Liceo Scientifico di via Leopardi (1 milione e 300 mila euro), il magazzino lavori pubblici di via Tonale (1 milione e 320 mila euro), la sala Cedic – ex Pretura – (800 mila euro) per un importo complessivo di euro 3.420.000. Ovviamente il Comune penserà anche ad investire questi soldi: i maggiori interventi si avranno nel settore scolastico, sportivo e soprattutto nella viabilità, con circa 3 milioni e 200 mila euro per l’ottimizzazione delle strade. Per il triennio 2008/2010 continuerà il “bilancio partecipato” (stanziamento di 1 milione di euro) e ci saranno investimenti per una nuova ludoteca e per il terzo asilo nido in zona Porto D’Ascoli.

L’opposizione non vede di buon occhio lo stanziamento di circa 9 milioni di euro per i lavori nel Lungomare Nord e i 6 milioni per il sottopasso di via Pasubio, previsti per il 2010 e definiti dal consigliere Luca Vignoli (An) «mere promesse pre elettorali in vista delle elezioni, che difficilmente verranno portate in porto». Critico anche il consigliere di An, Pasqualino Piunti: «Arrivare ad aumentare le tasse alla seconda approvazione del bilancio è una sconfitta da parte di questa amministrazione. L’addizionale Irpef colpirà in maniera incondizionata tutte le famiglie della città. Il bilancio partecipato è stato un flop, con il 95% degli interventi disattesi. I parcheggi a pagamento, presso il centro cittadino, sono aumentati del 60%. In questo modo non vengono favoriti i commercianti del centro ma i centri commerciali. Non è chiaro quale saranno gli interventi comunali per migliorare i servizi, come non è chiaro quale sarà l’indirizzo del Comune nel migliorare il settore viabilità, sportivo o soprattutto turistico».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.472 volte, 1 oggi)