ANCARANO – E’ scomparso all’età di 93 anni nella sua casa di Ancarano il pianista Franco Rampini. Artista di grande talento, aveva scoperto la passione per la musica all’età di 7 anni, e a 12 studiava già al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Insegnante in vari Istituti musicali di prestigio in Italia, tra cui l’Istituto Musicale Pareggiato di Teramo, l’Istituto di Pescara, il Conservatorio Statale di Cagliari, il Conservatorio di Roma, il Conservatorio dell’Aquila – da lui fondato – ha avuto una vita prolifica di incontri e produzioni musicali e ha contribuito con le sue lezioni a formare nuovi giovani talenti.

Franco Rampini, era nato ad Ancarano, figlio di quel medico condotto Francesco Rampini che per anni, dopo aver scoperto casualmente gli antichi Statuti del paese di Ancarano e averli salvati dal macero, aveva studiato e annotato ogni epoca, età e circostanze storiche lasciando in eredità ai suoi concittadini il prezioso volume “Annali della terra di Ancarano”.

Franco lo aveva gelosamente custodito nella sua casa del borgo storico ma allo stesso tempo lo aveva messo a disposizione di studiosi, storici e studenti. Nel 2000, su invito del parroco del paese, don Tommaso Monti, il volume era stato dato alle stampe come grande gesto di affetto nei confronti di quel paese che gli aveva dato i natali e dove tutti avevano il piacere di incontrarlo per le vie del centro storico chiamandolo amabilmente “sor Franco”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 988 volte, 1 oggi)