SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il lavoro di Piccioni oggi ha pagato. Nonostante la scure che ci è piovuta addosso, la Samb ha giocato una grande partita. Il gioco sta lievitando domenica dopo domenica».
Firmato Enzo Nucifora. Lo sguardo è serio, carico della tensione accumulata nelle ultime 24 ore. Ma il successo contro il Taranto serve ad affrontare le prossime, durissime giornate, con un pizzico di serenità in più.
Il direttore sportivo riserva parole di elogio a Enrico Piccioni, arrestato sabato mattina con l’accusa di bancarotta documentale in relazione al fallimento della Vis Pesaro, nel 2006.  «Non entro nel merito della questione giudiziaria – sentenzia Nucifora – dico solo che si trova in una situazione a dir poco antipatica alla vigilia di Natale. Preferisco attenersi alla parte sportiva: Enrico ha lavorato da grande allenatore. Se abbiamo pensato a un’alternativa? Ci auguriamo che la vicenda si risolva nel migliori dei modi e venga liberato per riprendere il suo posto qui alla Samb».
Poi un pensiero per la squadra: «I ragazzi mi hanno sorpreso: hanno guadagnato 12 punti in 7 partite, affrontando avversari molto difficili. Sono contento per la società, che ha fatto molti sacrifici. Il mercato? Adesso occorrerà fare il punto della situazione, dando un “sostegno” a questi ragazzi che in ogni caso hanno ancora grandi margini di crescita».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 963 volte, 1 oggi)