GROTTAMMARE – In questi giorni è stata avviata una raccolta firme dall’associazione sambenedettese L’amico Fedele e dal Comitato La formica: i due gruppi chiedono all’amministrazione comunale di avviare di concerto con la realizzazione del nuovo polo scolastico – e quindi la chiusura dell’attuale Parco bau – altri parchi bau, tenendo anche conto nella costruzione, delle esigenze dei cittadini.

In riferimento all’articolo, pubblicato il 22 dicembre su sambenedettoggi.it, risponde il consigliere comunale di opposizione Daniele Voltattorni: «L’impegno preso ufficialmente allora dall’amministrazione fu di individuare aree idonee per realizzare nuovi “parchi bau”, con l’intesa in particolare che ne sia realizzato uno non lontano da quello oggi esistente e che ne siano realizzati altri per coprire meglio il territorio municipale».

Nel testo della mozione presentata dall’opposizione si chiedeva, inoltre, che la realizzazione dei nuovi parchi bau fosse a totale carico della ditta che si fosse aggiudicata l’appalto per la realizzazione del nuovo plesso scolastico e che fossero realizzati prima dell’apertura dello stesso cantiere e le nuove ubicazioni fossero concordate preventivamente con i quartieri.

«L’interesse per il “parco bau” – conclude il consigliere – e per i suoi frequentatori (umani ed animali), per me e per i miei colleghi di minoranza che hanno sottoscritto la mozione, non scatta a ridosso delle elezioni, ma è stato già da tempo oggetto di concrete proposte ed iniziative che, sebbene formalmente accettate, non hanno fino ad ora trovato un seguito o un riscontro da parte dell’attuale amministrazione comunale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)