Mail Express San Benedetto-Nuova Pallavolo Monte San Giusto 2-3
MAIL EXPRESS: Timpanaro 3, Laraia 15, Gaspari 2, Faraone 11, Jurewicz 25, Della Nina 2, Raffaelli 9, Grigolon, Rossetti 5, Caucci 1, Piccirillo, Ciancio (L). Allenatore: Brutti.
MONTE SAN GIUSTO: Colella 1, Falaschetti 6, Marinozzi 3, Nobili 18, Paolini 16, Partenio 19, Brunori, Gasparoni 2, Giulianelli (L), Masiello, Perrotta 5, Zamponi. Allenatore: Mobbili (assente).
Arbitri: Franciotti di Chieti e Ferracuti di Fermo.
Parziali: 25-23 (28′), 22-25 (32′), 25-10 (21′), 18-25 (26′), 11-15 (19′).
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Mail Express perde l’imbattibilità al PalaSpeca. Nell’impianto di Viale dello Sport passa una Nuova Pallavolo Monte San Giusto dal cuore grande così: senza coach Mobbili (assente per motivi di salute) e finora sempre sconfitti lontano dal pubblico amico, i calzaturieri hanno giocato una partita di carattere.
Tutto il contrario della Mail Express, colpevole di una prestazione scriteriata. Nei momenti topici, prima nel quarto set e poi al tie-break, la squadra di coach Brutti ha peccato di presunzione, troppo sicura di poter chiudere la contesa.
Un derby altalenante, ma soprattutto: mediocre. Alla fine si conteranno una cinquantina di errori, quasi equamente divisi. Parte forte Monte San Giusto, subito avanti 5-0. La reazione dei locali è rabbiosa: 18-10. Pian piano però Falaschetti (l’ex di turno, assieme a Caucci) e soci risalgono la china, tanto che sul 24-20 indovinano un break di 3-0. Jurewicz rimette le cose a posto.
Nel parziale successivo dopo un iniziale equilibrio Monte San Giusto scappa (16-10). Coach Brutti richiama in panchina Timpanaro, getta nella mischia Raffaelli e le cose migliorano (20 pari). Ancora equilibrio, poi un paio di errori in fase offensiva consente ai calzaturieri di pareggiare i conti.
Brutti intanto toglie Gaspari, non al meglio, per tentare la carta Rossetti (positiva la sua prestazione). Non c’è storia nel terzo set: Jurewicz, devastante, prende per mano i suoi e Monte San Giusto resta a 10.
Nel quarto parziale la Mail Express si siede, gli ospiti prendono coraggio. Avanti 10-5 Gasparoni e compagni guadagnano il secondo punto senza troppe difficoltà.
Si va al tie-break. Jurewicz torna a menare le danze e la Mail Express sull’8-3 si illude di avere chiuso i giochi. Per tutta risposta Monte San Giusto indovina un break di 6 a 0. Faraone tiene i suoi in pista fino al 10 pari, poi per la squadra di Mobbili il semaforo è verde.
Finisce con gli ospiti a festeggiare il primo successo fuori le mura e la Mail Express a schiumare rabbia per una vetta della classifica sempre più lontana. Un Natale amarissimo insomma, in casa sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 903 volte, 1 oggi)