SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Consegnati gli attestati di frequenza ai 21 ragazzi venezuelani, provenienti dall’isola di Margarita, che dallo scorso settembre sono stati protagonisti di un corso per la formazione di competenze tecnico-pratiche per lavoratori del mare, tenuto dall’Ipsia (Istituto professionale di Stato per l’industria e l’artigianato) di San Benedetto e dall’Università di Ancona.

Lo scopo del corso era quello di preparare i ragazzi alla gestione del nuovo impianto per la lavorazione del pesce che verrà costruito nell’isola dalla Frigo Tecnica Internazionale S.p.A. di Ripatransone. «L’Ipsia – ha precisato Giovani Lucci presidente della Frigo Tecnica – ha formato otto ragazzi nei suoi laboratori, istruendoli nel trattamento del pescato».

Fondamentali sono state le escursioni in mare su imbarcazioni locali – riprese anche dalla trasmissione Linea Blu della Rai, andata in onda recentemente dalla Riviera – e la visita ad impianti artigianali della zona. Gli altri ragazzi hanno seguito anche altri corsi che spaziano dalla biologia, alla chimica fino al diritto delle cooperative.

«Dopo essere stati in Venezuela per 2 settimane, insieme a rappresentanti del Cnr e della Federpesca – spiega Uriano Meconi, dirigente Settore Ittico della Regione Marche – siamo riusciti a capire qual’era lo stato del settore ittico in quella zona e di conseguenza abbiamo progettato dei corsi in Italia. Questi ragazzi saranno “leader” che avranno un compito importante, cioè quello di trasferire le loro conoscenze a centinaia di pescatori dell’isola Margarita».

Il progetto generale proposto dalla Frigo Tecnica Internazionale e finanziato dalla Foncrai, è stato inserito nel Protocollo d’intenti (25 ottobre 2006) sottoscritto dal Comune Metropolitano di Caracas con la Provincia di Ascoli Piceno, e sarà interamente completato il prossimo anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.394 volte, 1 oggi)