Secondo me la serie positiva della coppia Nucifora-Piccioni continua. La sconfitta non la interrompe perché la squadra avrebbe strameritato il pareggio se non qualcosa di più. Con due errori arbitrali che hanno capovolto il risultato finale: rigore regalato ai campani, rigore negato ai rossoblu. Sulla mia stessa linea di pensiero il tifoso Galiè: «Si poteva pure perdere – e abbiamo perso – ma, almeno abbiamo lottato e dimostrato di essere una squadra. I radiocronisti salernitani (peraltro obiettivi) hanno temuto per tutta la partita che la Samb pareggiasse e hanno esultato al triplice fischio finale per lo scampato pericolo. Oggi non abbiamo preso punti ma io, pur con tristezza per la classifica che piange, sono soddisfatto per quanto hanno fatto i rossoblu. Volevo dirlo (visto che spesso sono stato critico nei loro confronti).» Ripartire quindi con il Taranto domenica prossima con lo spirito di una squadra in forte crescita, di gioco e di risultati. Ma nemmeno da vittima di clamorosi errori arbitrali che hanno fatto riparlare di Moggiopoli nella sala stampa dello stadio “Arechi” di Salerno. Tante buone notizie dalla Campania, risultato a parte: Cia ha dimostrato di poter dare molto, Ferrini ha confermato il suo ottimo stato di forma ma principalmente è Palladini il direttore d’orchestra che tutti aspettavamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 521 volte, 1 oggi)