SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Contiamo di inaugurare per metà gennaio la nuova ludoteca di via Gronchi e l’asilo nido di via Piave»: questa la previsione dell’assessore alle Politiche Sociali Loredana Emili.
E la lettera inviata dal Comune alle famiglie ad ottobre, nella quale si prevedeva l’apertura del nido per il dieci di novembre? La Emili si difende così: «Ci rammarichiamo per i ritardi, che non sono dipesi dalla nostra volontà ma dai lavori necessari per lo stabile. Ma quella lettera non era una presa in giro per le famiglie che attendevano i posti in nido per i loro bimbi. Serviva invece per verificare se persisteva la domanda di posti nella zona di Porto d’Ascoli. Era necessario e doveroso farlo, prima di indire la gara per l’affidamento del servizio e spendere soldi pubblici».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)