GROTTAMMARE – In merito al “caso Fish”, il proprietario Elvio Mazzagufo invia un comunicato per informare della positiva conclusione della vicenda. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Con la presente intendo comunicare la conclusione dell’ iter burocratico che ha riguardato l’attività di pescaturismo e ittiturismo svolta presso il manufatto sito sul Lungomare di Grottammare.

Il “caso Fish“, come è stato definito, ha riempito per parecchio tempo le pagine dei quotidiani locali ed ora mi sia consentito chiedervi un ulteriore pubblicazione per dovere di informazione sulla positiva conclusione della nostra vicenda.

Il 24 ottobre scorso il Tribunale di Fermo ha pronunciato la sentenza di non doversi procedere nei confronti miei e del Direttore dei lavori per le accuse di abuso edilizio e di edificazione difforme dal permesso di costruire.

Il 6 novembre 2007 il TAR delle Marche ha ordinato alla Regione Marche l’iscrizione del sottoscritto all’elenco regionale degli operatori ittituristici, sospendendo in fase cautelare il decreto di diniego che l’Ufficio Pesca Regionale aveva emesso nel maggio scorso.

Preciso inoltre che nel 2006 si era precedentemente conclusa con un’archiviazione l’accusa di abuso d’ ufficio che aveva visto coinvolta l’Amministrazione Comunale.

Tutta la vicenda è stata seguita e difesa dall’avvocato Cristina Perozzi del Foro di Fermo.

Mi sia consentito ringraziare con l’occasione, attraverso Voi, quanti ci hanno manifestato la loro solidarietà e la stessa Magistratura nella quale avevamo riposto grande fiducia .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)