SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb sui brasiliani del Cesena Luiz Gabriel Sacilotto e Adriano Mezavilla.
Enzo Nucifora cerca un centrocampista centrale in grado di dare sostanza alla mediana rossoblu. La prossima settimana il direttore sportivo rossoblu incontrerà i dirigenti romagnoli per valutare se ci sono i margini per intavolare una trattativa.
Sacilotto, classe ’83, è alla seconda stagione in Italia: acquistato dal Cesena nel 2006 ha prima giocato uno spezzone di stagione in bianconero per poi trasferirsi a Lanciano.
Ventiquattro anche gli anni di Mezavilla, il quale ha una maggiore esperienza nel nostro Paese, visto che ha lasciato il Brasile nel 2001: destinazione Lanciano. Dopo quattro stagioni in rossonero, il centrocampista carioca ha vestito le maglie di Catania, Perugia e, dall’anno scorso, Cesena.
GLI ALTRI OBIETTIVI. Un portiere da affiancare a Visi, un difensore di fascia, due esterni di centrocampo e un attaccante. Ecco gli altri obiettivi della Samb.
Andiamo per gradi. Piace il difensore classe ’82 del San Marino Roberto Di Maio, ma su di lui ci sono molte squadre e comunque la società del Titano non sarebbe intenzionata a provarsene prima di giugno.
Per il centrocampo piacciono anche Alberto Quadri dell’Avellino e l’esperto Fabrizio Caracciolo del Pescara. Due operazioni però quasi impossibili per la Samb. Fattibile invece quella che fa capo all’esterno destro del Giulianova Cristian Ranalli. In cambio al club giuliese – che ha già con sé (in prestito) la punta Marchionni – potrebbero andare tre giocatori attualmente in rossoblu.
E per quanto concerne l’attacco Nucifora ha ormai “bloccato” da tempo la punta argentina del Pescara Luis Maria Alfageme. Il diesse rossoblu però nutre ancora dei dubbi sulla tenuta caratteriale del giocatore.
AL VIA UNA MEZZA RIVOLUZIONE. Enzo Nucifora, come previsto, prepara una mezza rivoluzione. Detto dei cinque o sei giocatori che il diesse di origini siciliane vorrebbe vestire di rossoblu, la Samb penserà anche e soprattutto sfoltire una rosa che sfiora le trenta unità. Sul piede di partenza, tra gli altri, i vari Bindi, Pistillo, Ficano, Marino, Cia, Tulli, Stillo e Soddimo.
Per la Samb insomma, sarà un mercato di riparazione molto difficile: non sarà facile “piazzare” i giocatori in esubero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.593 volte, 1 oggi)