SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il consigliere comunale di An Giorgio De Vecchis si è risentito con il sottoscritto per l’ultimo disappunto [CLICCA QUI] nel quale “spiegavo” al sindaco Giovanni Gaspari che le irregolarità altrui non giustificano le proprie. Lo ha fatto con una dettagliata spiegazione nella quale fa chiarezza sul conflitto di interessi a lui addebitato da Gaspari, ribadendo invece tutti i validi motivi per cui l’assessore alla Sanità sarebbe in palese posizione irregolare. Questo il testo della sua nota che gli fa onore perchè in linea con una democrazia spesso decantata ma quasi mai attuata:
Egr. Direttore,
io ho argomentato il conflitto di interessi dell’assessore alla sanità citando l’Art. 78 del TUEL 267/00 intitolato “doveri e condizione giuridica” che al comma 5 recita: “Al Sindaco ed al Presidente della Provincia, nonché agli assessori ed ai consiglieri comunali e provinciali è vietato ricoprire incarichi e assumere consulenze presso enti ed istituzioni dipendenti o comunque sottoposti al controllo ed alla vigilanza dei relativi comuni e province.” e ho fatto riferimento al fatto che l’Assessore alla Sanità è soggetta al rapporto di subordinazione quale dipendente del SSR ZT 12, incaricata in attività connesse alla realizzazione e programmazione dei progetti di rilevanza sanitaria definiti in Area Vasta n. 5 (programmazione regionale), in ente (ZT 12) soggetto al controllo ed alla vigilanza (nell’ambito della programmazione regionale) da parte del Comune di San Benedetto ai sensi dell’art. 3 punto 14 D.Lgs. 30/12/92 n. 502 e ai sensi dell’art. 8 della L. R. Marche n. 26 del 17/07/1996”: in pratica l’assessore è contemporaneamente controllore e controllato. Ora, premesso che il sottoscritto è un libero professionista che non ha tra i suoi clienti nessun ente pubblico o società partecipata o controllata da enti pubblici e che oltre ad essere consigliere comunale non riveste nessun altro incarico presso enti pubblici e società partecipate da enti pubblici, premesso che il sottoscritto è membro del Collegio Sindacale (organo indipendente di controllo) di una clinica privata, mi spiega da quale norma di legge deriva il mio conflitto di interessi che sia Lei che Gaspari mi attribuite? Da Gaspari me l’aspettavo, è solito, quando non ha argomenti, fare demagogia senza uno straccio di “prova”, da Lei onestamente no… Non si fidi delle affermazioni di Gaspari…. visto che non è solito nè argomentarle, nè dimostrarle… O entrambi pensate che il Comune controlli o vigili sulle cliniche private? Chiedo venia del tono… Direttore, ma quello che ha affermato, “… Giorgio De Vecchis ha un conflitto di interessi”, è palesemente falso…

Le considerazioni del rappresentante dell’opposizione sembrano esaurienti (seppur fuori luogo nei miei confronti), ora attendiamo quelle del sindaco di San Benedetto. L’assenza di spiegazioni valide confermerebbe il j’accuse di De Vecchis: «Gaspari non ha argomenti per spiegare quello che afferma, fa solo demagogia»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.068 volte, 1 oggi)