ANCONA – Dalla stazione ferroviaria di Ancona partirà lunedì 10 dicembre alle ore 9 una manifestazione istituzionale e sindacale contro Trenitalia. Al centro della protesta la marginalizzazione della Regione Marche operata dalle Ferrovie dello Stato e la richiesta di ripristino dei collegamenti ferroviari soppressi.
La regione ha inoltre sollecitato la presenza delle organizzazioni sindacali, dei consumatori, dei parlamentari marchigiani, degli assessori provinciali ai trasporti e dei sindaci di Ancona, Senigallia, Pesaro, Cagli e Urbino.
«La protesta – hanno sottolineato il presidente regionale Gian Mario Spacca e l’assessore ai Trasporti Pietro Marcolini – viene promossa contro le decisioni, incomprensibili e ingiustificabili, che penalizzano le Marche e che vedono un indebolimento dei servizi essenziali alla mobilità».
Nel mirino la soppressione dell’Eurostar con partenza ad Ancona e la riduzione delle fermate di Fossato di Vico, ma anche le altre scelte operate dalle Fs nell’ambito della riorganizzazione del trasporto merci, del personale e delle manutenzioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.876 volte, 1 oggi)